Come eliminare le formiche dalla casa

Le formiche, che nei cambi di stagione si danno un gran da fare o per cercare rifugio o per trovare il posto dove costruire il nuovo nido, possono creare notevoli problemi sia in casa che in giardino. Esse sono particolarmente ghiotte di zucchero e in genere sostanze zuccherine, tanto che nei loro formicai proteggono gli afidi perché utilizzano il prodotto zuccherino, melata, che essi producono. Quindi il primo modo efficace per tenere lontane le formiche è quello di non lasciare mai in giro zucchero e dolci di qualsiasi genere. E’ inoltre importante avere una cura particolare nella pulizia della cucina e di tutti gli ambienti che accolgono il cibo. E’ sempre bene evitare di lasciare i piatti sporchi nei pressi del lavandino per lungo tempo e la stessa cura deve essere posta per le ciotole di cani e gatti.

Tuttavia se un’alimentazione zuccherina è normalmente preferita dalle formiche, si deve tenere conto che nei momenti di massima produzione delle uova e di sviluppo della covata, cresce la necessità di proteine. E’ a questo punto che le formiche operaie partono all’attacco di case, industrie alimentari, allevamenti e anche di altri insetti. Non dimentichiamo che le formiche sono onnivore, quindi in grado di mangiare qualsiasi cosa.

Per evitare questi attacchi esistono vari metodi: gli insetticidi specifici per le formiche esistenti in commercio funzionano bene, però, essendo tendenzialmente tossici (pur se alcuni si distinguono per la loro bassa tossicità), non sono adatti per luoghi frequentati da bambini e animali domestici. Si può provare comunque ad intervenire con rimedi antichi ma sempre efficaci.

Le formiche hanno un olfatto molto sviluppato e odiano gli odori particolarmente intensi, come quelli emanati dagli oli essenziali. Mettete in un flacone dotato di erogatore spray 20 ml di alcool etilico, insieme a 5 ml di olio essenziale di cajeput e 5 ml di olio essenziale di eucalipto. Spruzzate in abbondanza i bordi delle stanze e gli stipiti delle finestre: non macchia e il suo profumo, che per noi è gradevole, allontanerà le formiche.

Naturalmente allontanarle non significa debellarle. Per fare questo occorre individuare il nido e eliminare la regina. Anche in questo caso esistono specifiche polveri in commercio da spargere sul formicaio, oppure si può procedere con un insetticida casalingo unendo un cucchiaio di borace e uno di zucchero a velo. Le formiche operaie stimolate dallo zucchero a velo trasporteranno all’interno del formicaio la nostra miscela e la borrace provocherà l’avvelenamento dell’intero insediamento.

Se questi rimedi non avranno portato ai risultati desiderati, non possiamo che suggerire una ricetta africana, scoperta dai coloni inglesi che successivamente la riadattarono usando carne di maiale al posto delle formiche.

ZUPPA DI FORMICHE

Ingredienti:

  • 700 gr di formiche
  • 100 gr di grasso di elefante
  • 10 banane acerbe
  • 300 gr di menta
  • 15 gr di cardamomo
  • 70 gr di miele
  • 1 cipolla
  • pepe di Cayenna, quanto basta

Soffriggere la cipolla nel grasso di elefante e aggiungere le formiche, le banane schiacciate, la menta, il cardamomo e il pepe di Cayenna. Mescolare fino a quando le foglie di menta saranno perfettamente cotte, aggiungere il miele facendolo caramellare e infine coprire ilpreparato con acqua. Far bollire a fuoco lento per circa 30 minuti. Togliere la pentola dal fuoco e passare il tutto in un passaverdura con trama fine. La zuppa è pronta.

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!