Bricoliamo.com

Come applicare la carta da parati

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

In primo luogo, come sempre, dovremo preparare la superficie da trattare: se sulla parete fosse applicata una vecchia tappezzeria dovremo procedere come già spiegato in un precedente articolo di questa sezione. Nel caso invece, la parete in questione fosse trattata a pittura o semplicemente a intonaco, sarà sufficiente pulirla con una buona spazzolata per eliminare la polvere; se invece fosse trattata con idropittura lavabile sarà necessario sgrassarla con un’energica lavatura. Naturalmente è sempre necessario verificare che non ci siano crepe o imperfezioni nel muro, in tal caso si dovrà provvedere in modo da avere alla fine una superficie perfettamente liscia e omogenea. Un passaggio finale sulla parete con della carta vetrata agevolerà l’ancoraggio della colla che useremo per l’applicazione della nuova carta da parati.

Prima di procedere all’acquisto della carta da parati sarà opportuno misurare il perimetro della stanza e l’altezza dei muri da trattare, sottraendo naturalmente le superfici occupate da porte, finestre e zoccolini. Tenete conto che normalmente i rotoli di carta da parati hanno misure standard: 10,05 metri in altezza e 0,53 in larghezza, ciò significa che con un rotolo si riescono a fare circa 5 metri quadrati di superficie. Nel fare questi conti è bene tenere conto che è sempre opportuno tenere circa 3 centimetri in alto e 3 in basso per la migliore finitura della carta dopo l’applicazione; inoltre, è altrettanto importante considerare, nel caso di carta decorata, che i disegni dovranno combaciare perfettamente.

Con questi elementi si può procedere alla scelta e all’acquisto della carta da parati. Ne esistono in commercio di tantissimi tipi e materiali (tradizionale, spessa, vinilica, vellutata, ecc.). E’ importante sapere le caratteristiche della carta prescelta perché è sulla base di queste che si dovrà acquistare la giusta colla, diversa per ogni tipo di carta e anche per ogni tipo di muro (assorbente, non assorbente, tinteggiato, ecc.). Ricorrete alla consulenza di commessi esperti e leggete con cura le istruzioni riportate sulle confezioni di colla.

Finalmente ci siamo. Nel caso si dovesse tappezzare un muro nuovo sarà necessario passare una mano di preincollaggio. In primo luogo bisogna tagliare le strisce di carta necessarie per il rivestimento della stanza tenendo sempre un’eccedenza di circa 6 centimetri (3 in alto e 3 in basso) per consentire il perfetto allineamento dei disegni e la migliore finitura. Tagliate i fogli con forbici lunghe oppure con un taglierino e, se decidete di tagliarli tutti all’inizio del lavoro, è consigliabile numerarli per facilitare poi l’affiancamento degli stessi (il problema si pone per le carte decorate dove i disegni devono combaciare).

Iniziate il lavoro dalla parete in cui è posizionata la porta e, con l’aiuto di un filo a piombo, tracciate con una matita la linea verticale su cui si appoggerà il primo foglio. Appoggiate il foglio su un tavolo sufficientemente lungo e applicate la colla sulla prima metà di esso, ripiegatela e procedete all’applicazione della colla sull’altra metà. A questo punto, appoggiate il foglio in alto, sulla parete, lasciando i 3 centimetri di eccedenza e scendete lentamente lungo la riga che avete tracciato, facendo aderire perfettamente la colla e stando attenti a non formare bolle (che devono essere eventualmente eliminate facendo pressione con il palmo della mano dall’alto verso il basso). Allo stesso modo procedete con pazienza con tutti gli altri fogli.

Al termine del lavoro è necessario passare sulle giunture dei vari fogli con un piccolo rullo da tappezziere in modo da consentire la perfetta adesione, mentre l’ultimo passaggio riguarda la rimozione, con l’aiuto di un taglierino, di quei centimetri in eccesso che abbiamo previsto. Per quanto riguarda interruttori e prese è bene smontare le placche prima dell’applicazione della carta da parati, che poi andrà tagliata a croce sopra il foro della presa e ripiegata all’interno, perfezionando alla fine il lavoro con il rimontaggio della placca.

Buon bricolage.

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!